Pomodorini (nini-nini) confit

Sono. Una. Droga. Punto.

Altro da aggiungere? Sì, aggiungiamo il fatto che potete utilizzare qualsiasi tipo di pomodoro di piccolo calibro, anche se qua impazziamo per i pomodorini (nininininininininini!, ndr) ciliegini e per quelli datterini! Se però sperimentate coi pomodori grandi, ci metto la mano sul fuoco (ehm) sul fatto che il risultato abbia il medesimo successo!

pomodorini confit cherry tomatoes

E ora, un po’ di storia!

Il termine confit arriva dal verbo francese confire, ovvero conservare, e indica una tecnica di conservazione del cibo che è tipica del Sud-Ovest della Francia Medievale. Nella lingua italiana è stato tuttavia grossolanamente tradotto con l’aggettivo candito, dando adito, spesso, a innumerevoli fraintendimenti culinari.
In origine, infatti, la parola indicava semplicemente un metodo conservativo basato sulle lunghe cotture a basse temperature degli alimenti, che altrimenti si sarebbero deteriorati in pochissimo tempo. Cotture che sfruttavano – fra l’altro – l’azione di alcuni ingredienti capaci di preservare il cibo come zucchero, aceto o grasso.

 

Il fine era quello di eliminare più acqua possibile da ciò che si stava cucinando, in quanto principale causa di deterioramento.

pomodorini confit cherry tomatoes

I nostri pomodori confit, nello specifico, sono pertanto fatti asciugare a lungo in forno con zucchero, sale, olio extra vergine d’oliva ed erbe a piacere, hanno quella nota caramellata che mi fa letteralmente impazzire e possono essere consumati subito, oppure conservati sott’olio per i mesi invernali (anche se vi sfido a non finirli nell’arco di una giornata!).

Il risultato è qualcosa di mostruosamente buono! Come per le ciliegie: uno tira l’altro prima ancora che possiate usarli come condimento per la pasta o una bella fetta di pane bruschettata!

Ingredienti:

1 kg pomodorini ciliegini
Aglio in polvere q.b. (o aglio fresco a fettine, 3 spicchi)
Sale q.b.
Zucchero di canna grezzo, 2 cucchiai circa
Olio Extra Vergine d’Oliva
Erbe di Provenza (che, in proporzione variabile, sono: timo, rosmarino, basilico, finocchio, salvia, maggiorana, menta, origano e santoreggia)

Tempo di preparazione:

10 – 15 minuti + 120 minuti di cottura in forno

Kilokalorie per 100 grammi:

52 kcal

Grado di Difficoltà:
1/5
Preparazione:

Lavate i pomodorini e asciugateli con un panno di cotone pulito, tagliateli a metà nel senso della lunghezza, privateli (se volete) dei semini e disponeteli su una teglia rivestita di carta da forno oleata, con il taglio rivolto verso l’alto.

Sbucciate 3 spicchi d’aglio, tagliateli a lamelle e distribuite queste ultime sui pomodori. In alternativa, spolverizzate i pomodorini di aglio in polvere.

Conditeli poi con le erbette, il sale, qualche pennellata d’olio extra vergine d’oliva e un velo finissimo di zucchero di canna.

Ponete la teglia in forno statico in posizione centrale, preriscaldato a 160° C, e lasciate cuocere per circa un’ora e mezza. Gli ultimi dieci minuti, alzate pure la temperatura a 180° C, se volete un risultato più caramellato.

Lasciate raffreddare, mangiate direttamente dalla teglia oppure conservate per la prossima preparazione… ^__^

Stay tuned!

pomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoespomodorini confit cherry tomatoes

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

*

*