Guida Completa alla Dichiarazione Intrastat

Tutorial in ambiente Mac per Creativi e Fotografi

La dichiarazione Intrastat può diventare un serio problema per molti giovani freelance, soprattutto se creativi e poco inclini agli adempimenti burocratici.

Dopo mesi di training, supportata dalla mia commercialista, ho deciso di giovare al mio karma, scrivendo questa piccola guida completa alla compilazione degli elenchi Intra, nella speranza di aiutare chi come me è alla ricerca di informazioni al riguardo.

Cos’è la dichiarazione Intrastat?

La dichiarazione Intrastat è una grande, grandissima perdita di tempo. Soprattutto se applicata a freelance e simili, i quali di solito sono costretti all’adempimento nonostante il loro volume d’affari in ambito comunitario si riduca magari solo all’acquisto in abbonamento di software tipo la Creative Cloud di Adobe, o i pagamenti relativi a piccole campagne Facebook.

La dichiarazione Intrastat deve essere inviata all’Agenzia delle Entrate entro il 25 di ogni mese successivo alla chiusura del trimestre (quindi entro il 25 gennaio, entro il 25 aprile, entro il 25 luglio ed entro il 25 ottobre).

Si può evitare la dichiarazione Intrastat?

No, è obbligatoria, pena sanzioni anche molto elevate.
Potete provare a supplicare il vostro commercialista e farla eseguire a lui, ma può capitare, come nel mio caso, che questa soluzione sia poco conveniente (ad esempio se la tariffa per l’outsourcing della faccenda superi di 3 volte gli importi che dovreste dichiarare).
Oppure potete provare a cimentarvi in solitaria, nel qual caso la qui presente guida può fare al caso vostro.

Quali sono gli step per eseguire la dichiarazione intrastat?

  1. scaricare il software Intraweb
  2. compilare gli elenchi intra attraverso il software Intraweb
  3. esportare gli elenchi intra
  4. scaricare il software File Internet per la convalida degli elenchi esportati
  5. inviare i files convalidati all’Agenzia delle Entrate

Vediamo nel dettaglio ogni singolo passaggio.

Scaricare il software Intraweb ed installarlo

Se avete windows, dovrebbe essere piuttosto easy.

Se avete un mac, dovete ricordarvi di andare nelle preferenze di sistema, nella sezione Sicurezza e Privacy, cliccare sul lucchetto in basso a sinistra e inserire la password di sistema per abilitare le modifiche e selezionare “dovunque” nella sezione “consenti app scaricate da”.

Dopodiché dovreste riuscire a far partire il file di installazione. Ricordatevi di NON cambiare le destinazioni di installazione, perché potreste dare il là a una serie infinita di bug.

Se non riuscite ad installarlo, probabilmente è un problema relativo a java: questo tipo di bug cambiano di versione in versione (al momento in cui scrivo, novembre 2015, il software richiede l’installazione di una versione obsoleta di java runtime, alla quale si viene reindirizzati automaticamente da una finestrella esasperata di el capitain che non si capacita del motivo per cui vogliate installare proprio quella versione obsoleta).

Compilare gli elenchi intra attraverso il software Intraweb

Una volta installato il programma, apritelo e cercate di non piangere.
Inserite “admin” nello spazio riservato all’id utente e lasciate vuota la password.guida completa intraweb tutorial intrastatSelezionate Anagrafica -> Obbligato -> Nuovo Obbligato (l’obbligato siete voi).guida completa intraweb tutorial intrastatInserite quindi i vostri dati, avendo cura di:guida completa intraweb tutorial intrastat

  • selezionare l’opzione “trimestrale” per le caselle Periodicità Acquisti/ecc e Periodicità Cessioni/ecc
  • inserire come Numero di Riferimento il numero 1 se è il vostro primo invio telematico della dichiarazione intrastat; se invece avete effettuato altri invii da precedenti anagrafiche (ad esempio avete formattato il computer o avete disinstallato – magari per sfinimento – il software, dovete andare a recuperare l’ultimo numero di riferimento inviato e inserire il successivo
  • lasciare vuoti i campi Delegato, Codice Utente, Codice Sezione Doganale e Progressivo Sede

Dopodiché cliccate OK.

Selezionate ora Elenco -> Nuovo.guida completa intraweb tutorial intrastatE vi si aprirà questa schermata:guida completa intraweb tutorial intrastat

Selezionate l’anno corrente, il tipo di operazioni (acquisti o cessioni – in caso abbiate effettuato acquisti e cessioni, dovete preparare due elenchi separati), il trimestre per il quale state preparando la dichiarazione, selezionate poi “trimestre” e cliccate Conferma.

Cliccate ora su Modifica Dettagli e vi si aprirà questa schermata:guida completa intraweb tutorial intrastat

La sezione I è riservata ai beni, mentre la sezione III è riservata ai servizi. Dunque se avete acquistato o venduto un bene dovrete compilare la sezione I, mentre se avete acquistato o venduto servizi dovrete compilare la sezione III.

La sezione II e la sezione IV non so bene a cosa servano, e sinceramente ho un po’ timore di indagare.

Nel caso dell’acquisto o vendita dei beni è piuttosto semplice:guida completa intraweb tutorial intrastat

inserite la partita iva del fornitore nello spazio Partita Iva Partner, l’importo della fattura nello spazio Ammontare dell’Operazione e nello spazio in Valuta (se la valuta è la stessa, altrimenti inserite qui l”importo nella valuta del fornitore) e cliccate OK.
Ripetete per ogni fattura.

Nel caso invece dell’acquisto o vendita di servizi, la procedura è la seguente:guida completa intraweb tutorial intrastat

partita iva, importo fattura e valuta come sopra, mentre dovrete inserire anche il numero della fattura come riportata sull’originale, la data della fattura, il codice servizio (qui dovrete spulciarvi tutti questi bellissimi codici e tirare più o meno caso quello che pensate che sia più o meno aderente alla tipologia del servizio che state inserendo), poi selezionate la modalità di erogazione (istantaneo ad esempio è un acquisto una tantum, mentre a più riprese potrebbe essere una campagna online continuativa; ma non ne sono assolutamente sicura), la modalità di incasso (penso che ad esempio paypal sia ascrivibile alla dicitura “altro”) e selezionate il paese di pagamento, cioè il paese che c’è scritto sulla fattura del fornitore (ad esempio per la Creative Cloud è l’Irlanda).
Cliccate OK e ripetete per ogni fattura.

Potete anche inserire i fornitori o i clienti più ricorrenti nell’elenco dei partners, così da non dover ogni volta inserire la loro partita iva.

Esportare gli elenchi intra

Una volta terminato di inserire tutte le fatture, dobbiamo esportare gli elenchi.

Selezionate dunque l’elenco da esportare e cliccate su Elenco -> Approva / Sblocca Approva,guida completa intraweb tutorial intrastat

vi si aprirà una finestrella di dialogo, cliccate Sì, poi cliccate OKguida completa intraweb tutorial intrastat

e vedrete che l’icona dell’elenco nella finestra a sinistra ha ora un simbolo verde di spunta.guida completa intraweb tutorial intrastat

Ora selezionate Web -> Invio per Entrate -> Prepara Invioguida completa intraweb tutorial intrastat

selezionate la vostra anagraficaguida completa intraweb tutorial intrastat

e selezionate gli elenchi che volete esportare,guida completa intraweb tutorial intrastat

cliccando poi sulla freccia che va verso destra per spostare gli elenchi da esportareguida completa intraweb tutorial intrastat

e cliccate poi su OK.

Il programma vi chiederà dove volete salvare il file che contiene i dati aggregati degli elenchi esportati: io di solito lo metto sulla scrivania, perché poi mi servirà di nuovo.guida completa intraweb tutorial intrastat

Una volta dato l’OK, vi si aprirà questa finestrella:guida completa intraweb tutorial intrastat

selezionate il Codice della Sezione Doganale più vicino alla vostra sede, inserite la vostra partita iva, inserite il progressivo di invio, che dovrebbe essere 01, a meno che non facciate diversi invii in un giorno solo, e il progressivo sede, anch’esso in teoria 001, a meno che non abbiate diverse sedi da cui compilate la dichiarazione Intrastat.

E ci siamo, la prima parte è fatta. Potete chiudere il software Intraweb.

A questo punto sorge un problema, che fa seriamente dubitare delle capacità et competenze di chi ha sviluppato il programma (e soprattutto fa rimpiangere i soldi pubblici che probabilmente sono stati pagati, per questo software).

Se state usando un mac e tentate di convalidare, attraverso il programma Internet Files, il file ZENT che vi è uscito dal software Intraweb, vi risulterà un errore: RECORD N. 6 Il record alla posizione 6 non termina con i caratteri carriage return-line feed.

guida completa intraweb tutorial intrastat

Vi risparmierò tutto il doloroso processo che mi ha fatta arrivare alla soluzione e passerò direttamente alla soluzione stessa.

Dovete scaricare un software che vi permetta di aprire ed editare il file ZENT, come ad esempio Text Wrangler – io non sono un ingegnere né un’informatica e di questi argomenti capisco ben poco, dunque se qualcuno avesse altri software da suggerire, magari gratuiti, è ben accetto.

Una volta aperto il file ZENT, in basso più o meno nel centro trovate la dicitura Unix (LF):

guida completa intraweb tutorial intrastat

cliccate e selezionate invece Windows (CRLF).

guida completa intraweb tutorial intrastat

Salvate il file e chiudetelo. E respirate. Adesso passiamo al prossimo step.

Scaricare il software File Internet per la convalida degli elenchi esportati

Passiamo adesso al software di convalida.

Per poter scaricare il software File Internet dovete accedere all’area riservata del sito di Agenzia delle Entrate e selezionare dal menù Servizi Fisconline sulla sinistra la voce Software -> Pacchetti Applicativi.

guida completa intraweb tutorial intrastat

Da qui dovrete scaricare File Internet e Controllo Modelli Intra.

Installate il software File Internet, sempre avendo cura di NON cambiare le destinazioni dei file.
(Lo so, il fatto che ci sia un software brutto che vi sporca tutte le vostre ordinatissime cartelle non è entusiasmante, ma tenete duro.)

Installate anche il pacchetto Controllo Modelli Intra e questa volta invece cambiate la destinazione nella cartella dove era stato installato il software File Internet (dovrebbe essere la cartella UnicoOnLine).

Aprite adesso il software File Internet e cliccate su Controlla file.

guida completa intraweb tutorial intrastat

Selezionate il file ZENT che avevamo lasciato sulla scrivania e cliccate su apri.

guida compleguida completa intraweb tutorial intrastatta intraweb tutorial intrastat

Nella finestra successiva, selezionate dal menù Elenchi INTRA ecc. e cliccate OK,

guida completa intraweb tutorial intrastat

poi cliccate OK ancora e dovrebbe venire fuori una finestra di convalida dell’operazione, che vi dice anche dove sono i file creati dal processo di verifica.

guida completa intraweb tutorial intrastat

Una volta preso nota di dove sono i file, potete chiudere la finestra.

Cliccate ora su Prepara file e navigate fino al file con estensione .dcm appena creato. Vi si aprirà questa finestra:

guida completa intraweb tutorial intrastat

Dovete qui inserire il vostro codice PIN dell’Agenzia delle Entrate. A reperirlo per me ci ha pensato la mia commercialista. Inserite il vostro codice e continuate. Inserite poi la vostra partita iva e continuate. Dovrebbe venire fuori questa finestra:

guida completa intraweb tutorial intrastat

Cliccate pure su “chiudi” e passiamo all’ultimo step.

Inviare i files convalidati all’Agenzia delle Entrate

Andate sul sito dell’Agenzia delle Entrate a questo link e cliccate su Accedi al Servizio. Cliccate su Scegli file e navigate fino al file con estensione .ccf, cliccando poi su conferma.

guida completa intraweb tutorial intrastat

Verrà caricata questa pagina di conferma:

guida completa intraweb tutorial intrastat

Per sicurezza cliccate su stampa e salvate la ricevuta in PDF.

 

Fine. Finito. The End. Almeno fino al trimestre prossimo. ^^

 

Per ulteriore scrupolo, potete riaprire il software Intraweb e, selezionando l’elenco appena lavorato, cliccare su stampa. Verrà creato un file riepilogativo che potrete firmare e inviare al commercialista come record.

guida completa intraweb tutorial intrastat

12 comments
Add a comment...

Your email is never published or shared. Required fields are marked *

  • Ciao,
    ti ringrazio infinitamente perche’ mi hai tolto un peso enorme, non riuscivo ad inviare il mod. intrastat perche’ quel cesso di software del Desktop dogane non mi funzionava ne’ sul mac ne’ sul windows oracle virtual desktop. Quindi non potendo firmarlo digitalmente ho pensato di inviarlo tramite entratel, ma quest’altro cesso di software mi dava l’errore di cui tu hai cosi’ precisamente ed ampiamente trovato la soluzione.
    E tieni presente che sono un consulente fiscale con ampie conoscenze dei bug informatici di questi softwares indecenti.
    Aperitivo pagato se passi da Parma.
    ps>TextWrangler e’ gratuito adesso.
    Grazie ancora.
    FabioReplyCancel

    • Ciao Fabio! Molto molto lieta di esserti stata d’aiuto! ^^
      Se professionalmente hai un qualsiasi potere o possibilità di far sapere a chi li sviluppa quanto siano “poco usabili” (per non dire orribili, inutilmente macchinosi e progettati male) questi software, avrai l’eterna riconoscenza di generazioni di giovani italici freelance. ^^ReplyCancel

  • gianni

    Una manna dal cielo! Giuro! Avevo smarrito l’url alla pagina e mi sono sentito perso. Finalmente l’ho ritrovato…
    Grazie SandraReplyCancel

    • ^^
      Prego, figurati!
      (ormai lo apro anch’io ogni volta che devo fare la dichiarazione XD)ReplyCancel

  • Corrado Polentes

    Grazie ho trovato la pagina dopo tutte le ricerche per la compilazione cercando l’errore carriage return-line feed. Magari ti avessi “incontrato prima”.
    Cito per la cronaca che ora l’invio è cambiato da quando c’è “DESKTOPTELEMATICO” e di ricordarsi di scaricare il modulo di controllo
    dal menù help
    installa nuovo software
    nella casella di ricerca digitate
    “Controllo elenchi INTRA”
    selezionate e installate

    Non cercate “intra” vi mostra anche due altri eletti che nel nostro caso non servono

    ciaociao corradoReplyCancel

    • Ciao Corrado! Non mi ci ero ancora imbattuta, lo sto guardando adesso… mi sale già l’ansia. XD
      Grazie per le dritte!ReplyCancel

      • corrado

        Le cose si semplificano per certi versi ma la logica del programma delle volte è pazzesca. Disponibile se hai dei dubbi per ricambiare il tuo testo fatto benissimo che mi ha risolto il problema.
        ciaociao corradoReplyCancel

        • Grazie mille per la disponibilità, avrò credo presto l’occasione di usarlo. ^^’ReplyCancel

  • Giorgio

    Grazie Sandra! Sei grande, sia come fotografa che come consulente fiscale!
    Dopo giorni di ricerche online per la compilazione di questo benedetto modulo, continuavo a fermarmi di fronte all’errore “Il record alla posizione… non termina con i caratteri carriage return-line feed”. Neanche i siti di esperti fiscalisti lo risolvono.
    Ma per fortuna sei arrivata tu! Hai salvato la vita a un freelance che “si diverte” a sprecare giornate dietro ai software inutilmente astrusi dell’Agenzia delle Entrate. (Ma… dico… non li controllano i bug quando rilasciano un software?).
    Ok, comunque, posso tirare un sospiro adesso.
    Grazie davvero!
    Ma soprattutto complimenti per il tuo lavoro di fotografa!
    GiorgioReplyCancel

    • Ciao Giorgio! ^^
      Sono molto contenta di esserti stata utile! Ho ben presente lo smarrimento che si prova di fronte a quella stringa di errore… ^^
      Tra l’altro devo anche aggiornare il post col fatto che non è più dovuta la compilazione degli elenchi per gli acquisti! [carlton dance]
      Un piccolo segnale positivo… ; )))ReplyCancel

      • giorgio

        Ciao Sandra,
        avevo provato a replicare alla tua ultima risposta, ma evidentemente non hai ricevuto il mio messaggio.
        Mi piacerebbe avere qualche dettaglio in più su questa splendida notizia che non è più dovuta la compilazione degli elenchi par gli acquisti. Puoi darmi un’indicazione, un link o un indirizzo su dove posso trovare questa notizia?
        Scusami, non voglio intasare il tuo blog con queste cose noiose, ma sei l’unica persona che finora mi ha fornito indicazioni chiare e semplici.
        Ancora grazie del tuo aiuto.
        Giorgio.ReplyCancel

        • Ciao Giorgio!
          No tranquillo, non intasi… ^^
          Purtroppo la buona notizia pare che se la siano rimangiata: volevano abolire l’obbligo per la dichiarazione degli acquisti ma si sono accorti che non avrebbero più avuto i dati statistici da comunicare all’UE e quindi è rimasto tutto come prima. >.< ReplyCancel

On Instagram

  • It seems that Im in a rush that never endshellip
  • I really could finish the portfolio selection and editing forhellip
  • How I enjoyed this lovely weddinginrome and how happy Ihellip
  • Already asked if its on sale but
  • I am definitely cleaning up my closets lately and onehellip
  • I havent been the most perfect social media manager latelyhellip
  • Just few words giacomoleopardi broom recanati not sure this ishellip
  • Coming soon three days 1200 km an awesome team hellip
  • Hanging guitars in the living room newhome musicianslife whenyourhousbandisamusician musicianwifehellip
  • On delivery this wonderful destinationwedding in rome  stunning dresshellip
  • Loved today shooting! model lenaahamm stylist eleonorapapetti stylist assistant eleonoramarkuhellip
  • In the riverbed

Recent Pins