Fotografo Matrimonio a Roma

_0003_Layer-62

Roma è uno dei miei luoghi preferiti.
La mia famiglia, da parte di madre, è di origini romane e questo retaggio è tuttora molto presente.
Mi basta annusare il profumo dei piatti della cucina romana o sentire qualcuno che parla col tipico accento, per sentirmi a casa. Roma, la città eterna, sicuramente non ha bisogno di presentazioni: è uno dei pochi posti al mondo dove puoi trovare una rovina millenaria di fianco alla panchina dove ti sei seduto un momento a riposare.
Centro della civiltà per secoli, aggregatrice di arte e architettura laiche e religiose, è facile capire perchè Roma sia ambita meta di matrimoni e gite romantiche.

/

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12

Perché scegliere Roma per sposarsi

Non esiste un solo angolo nella città di Roma che non sia suggestivo ed emozionante, non mi riferisco solo al centro storico ma anche ai quartieri più recenti, alle tante ville sparse per la città, alle chiese e a tutto ciò che rende questo luogo un posto unico al mondo.

Il fascino unico che si respira tra i vicoli mentre si passeggia sui sampietrini, i monumenti maestosi e imponenti, la storia che si respira ammirando le testimonianze del grande impero, sono solo alcuni dei motivi che spingono molti a scegliere Roma come meta per celebrare il proprio matrimonio.

Roma è stata ed è un importante centro di produzione cinematografica. La Hollywood sul Tevere.

E proprio dalla cinematografia possiamo lasciarci ispirare, dovendo scegliere la location o la venue in cui celebrare il nostro evento. Dal Neorealismo al Cinema d’Autore, alle pellicole straniere ambientate a Roma, possiamo immaginarci un intimo banchetto su una terrazza romana, o una sontuosa celebrazione in uno dei molti magnifici palazzi nobiliari, fino all’evento country-chic sui colli laziali, avvolti dal vago profumo di salsedine e circondati dalle silhouette degli altissimi pini marittimi che caratterizzano il paesaggio romano.

Essendo sede del Vaticano e culla del cattolicesimo, per le cerimonie religiose, soprattutto cattoliche, Roma è *il* punto di riferimento.

Sapevate che, pianificando con il dovuto anticipo, è possibile sposarsi anche all’interno della stessa Basilica di San Pietro?

Ovviamente Roma pullula di chiese e non basterebbe un libro intero per menzionarle tutte.

Ognuna con le sue suggestive peculiarità e con la sua magia. Ciò che è importante sapere è che sono talmente tante le coppie di sposi che scelgono di celebrare il loro matrimonio religioso a Roma, soprattutto in determinati periodi dell’anno, che bisogna muoversi con largo anticipo per verificare le disponibilità ed evitare tempi di attesa eccessivamente lunghi.

Molto spesso è possibile per le venues private ospitare, oltre i matrimoni simbolici, anche matrimoni religiosi e blessings.

Come dicevamo prima, tra le suggestioni più gettonate per un matrimonio a Roma c’è sicuramente un banchetto sulla magnifica terrazza di uno dei grand hotel del centro, ammirando un panorama unico, che al tramonto diventerà facilmente mozzafiato e indimenticabile.

Oppure un sontuoso ricevimento in un palazzo barocco, come Palazzo Brancaccio, o le elegantissime ville romane, tra cui Villa Aurelia e Villa Miani.

Villa Aurelia è situata nel punto più alto all’interno delle mura, è uno spettacolo di placida eleganza barocca, da cui è possibile ammirare la città sottostante.

Anche Villa Miani, seppur leggermente più distante dal centro e con un feeling più moderno, dato probabilmente da un restauro più interpretativo, può vantare dalle sue terrazze una vista incredibile.

Una menzione particolare ai castelli medievali che si possono trovare appena fuori Roma, come il Castello Odescalchi sul Lago di Bracciano, in cui il mood è un mix tra l’imponenza della fortificazione medievale e l’opulenza dell’aristocrazia romana, e alle dimore cardinalizie, come Villa Grazioli, tra Roma e Tivoli, gioiello di rilevanza nazionale recentemente portato al suo antico splendore.

E’ impossibile rendere giustizia a una città magnifica come Roma in queste poche righe, ma sicuramente la città eterna può essere lo scenario ideale per un matrimonio o un evento circondato da un’aura di solennità e meraviglia per le bellezze, rimaste intatte attraverso secoli e millenni, e quale simbolo più forte per celebrare il più intenso legame d’amore?

Ovviamente Roma si presta molto bene anche per indimenticabili gite romantiche e servizi fotografici di fidanzamento e di coppia.

/

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16

Il servizio fotografico a Roma

Per il vostro servizio fotografico a Roma l’alba è sicuramente il momento che offre la luce migliore, in stagioni meno affollate anche il tramonto riesce a trasmettere un paesaggio emozionante, gli stessi passanti diventano elemento evocativo della scenografia.

Come ho detto all’inizio non c’è angolo di Roma che non si possa apprezzare, specialmente per un fotografo. Ci sono alcuni luoghi però che prediligo in modo particolare.

Come Trastevere, con i suoi vicoli caratteristici che sbucano in piazze nascoste, dove il vecchio e il nuovo sembrano convivere fondendosi per formare un unico e inimitabile scenario romantico.

Non molto tempo fa, mi è stato fatto notare come Trastevere sia una specie di piccolo borgo antico nel cuore della grande metropoli, ed in effetti la sensazione è proprio quella.

Un altro luogo speciale è Piazza di Spagna, simbolo capitolino per eccellenza, con la sua scalinata che raggiunge Trinità dei Monti: posti sicuramente molto molto suggestivi e fotograficamente molto interessanti, in cui vale la pena fermarsi un momento per respirarne l’atmosfera e fissare bene le sensazioni.

Piazza di Spagna per me è un luogo del cuore, perchè proprio accanto alla scalinata, nella Keats-Shelley

Memorial House, visse i suoi ultimi momenti John Keats, accudito dall’amico e poeta Percy Shelley e da Joseph Severn.
La casa è un vero e proprio museo, tributo alla seconda generazione romantica inglese.

La biblioteca, colma di testi antichi, gli alti soffitti, le boiseries, i ritratti e i manoscritti originali, la luce limpida che entra dalle finestre, rendono molto facile immedesimarsi nell’atmosfera che riconduce immediatamente alla poesia di Keats.

Vi parlerei per ore di questo luogo e, pur non essendo propedeutico al nostro tour fotografico, non posso fare a meno di consigliarvi di visitarlo, se non vi è ancora capitato di farlo.

Proseguiamo il nostro tour di ispirazioni fotografiche con i colli romani, che offrono un panorama spettacolare, in particolare al tramonto: da qualsiasi punto è possibile vedere la cupola di San Pietro e spesso anche l’Altare della Patria.

Il Gianicolo e la Terrazza del Pincio, immediatamente sopra Piazza del Popolo, sono proprio alcuni di questi punti panoramici.

Una passeggiata ristoratrice attraverso le fresche atmosfere dei Giardini di Villa Borghese e sbucherete su Via Veneto, famoso simbolo della Dolce Vita.

Camminando sul Lungotevere, potrete poi giungere al Ponte di Castel Sant’Angelo, che al tramonto si infuoca di luce dorata, e lascia senza fiato.

Un altro piccolo angolo di quiete è il Rionte Monti, perfetto se ci si vuole immergere nelle gallerie d’arte e nelle vinerie, qui il tempo sembra essersi fermato e si possono trovare ancora piccole botteghe artigiane e uno dei più famosi mercatini vintage della capitale.

Concluderei il nostro giro in un luogo molto molto suggestivo, sulla cima del colle Aventino, nel Giardino degli Aranci, che sorge fra i resti di un’antica fortezza medievale, dal quale è possibile ammirare un panorama spettacolare che abbraccia l’ansa del Tevere e arriva fino alla Basilica di San Pietro.

Gli itinerari ovviamente sono infiniti e gli spunti per realizzare un servizio fotografico di coppia altrettanto. D’altra parte, Roma è il simbolo dell’eternità e quale posto più azzeccato per una dichiarazione d’amore intensa e che non potrà essere facilmente dimenticata?

Da parte mia, Roma mi è sempre di grande ispirazione e ogni volta mi mostra un pezzettino di sè, che puntualmente mi affascina e cerco di restituire ai miei clienti, perchè anche loro conservino e tramandino i ricordi e le suggestioni dell’esperienza che hanno vissuto.